FAME ZERO – INSIEME POSSIAMO

Fame zero show. Insieme possiamo. Sconfiggere la fame entro il 2030. Frasi che suonano come slogan: questo si legge sull’invito per l’appuntamento di sabato 8 giugno dei ragazzi per l’unità di Verona.

Utopie giovanili? NO!  Ideali a cui i ragazzi protagonisti di quest’incontro ci credono veramente fino in fondo. Ma procediamo con ordine.

Il 22 giugno 2018,  600 gen3 di tutto il mondo sono state accolte a Roma nella sede Internazionale della FAO per condividere il progetto FAME ZERO ENTRO IL 2030.  “Proprio noi siamo diventati i primi cittadini FAME ZERO” ci ha raccontato Bianca, che continua  ”E’  stato un giorno davvero significativo ed importante.

 Ci hanno spiegato che in tutto il mondo ci sarebbe CIBO PER TUTTI ma c’è chi ha troppo e chi ha troppo poco. La FAO sta incoraggiando i popoli a lavorare insieme come un’unica squadra. Per questo promuove la cooperazione tra governi, agricoltori, individui e aziende private, sottolineando il fatto  che solo lavorando uniti sarà possibile raggiungere l’obiettivo FAME ZERO”. Elisa continua “Io non mi sarei mai aspettata di essere proprio  una delle prime cittadine Fame Zero.  Quel giorno mi sono sentita un’eroina.  Sentivo che anch’io potevo essere speciale . Voglio impegnarmi anch’io per fame zero”. Anche Dalia era presente “Quando ci hanno informate della gravità della situazione delle risorse a livello mondiale io mi sono sentita spinta a impegnarmi.  Io sinceramente pensavo di essere una dopo tanti altri, ma ora so che il mio compito è quello di divulgare questo l’importante messaggio. Per me è un onore collaborare con la FAO. Questo progetto,  oltre a sfamare i poveri, contribuirà a risolvere anche altri problemi del pianeta come l’inquinamento e lo sfruttamento. Io da grande vorrei girare il mondo per comunicare questo messaggio di solidarietà e pace a tutti, così forse, riusciremo a fare qualche altro passo verso un mondo unito e pulito!!!

 

Da queste esperienze è nato lo show, pensato, messo in cantiere e realizzato tutto da queste/i gen 3 e ragazzi per l’unità , col supporto di alcuni adulti che hanno curato le parti tecniche più impegnative.

dav

Un’ora e mezza coinvolgente con danze, canzoni, poesie, lettura di brani, tutte perfomance incentrate sul tema proposto,  che partendo dalla fame si è esteso al consumo responsabile delle risorse naturali. Non si è tralasciato l’aspetto dei rifiuti con la raccolta differenziata e con lo sforzo di eliminare la platica usa e getta.

Non solo proposte ma anche lezioni di buone pratiche specie per noi adulti che spesso non diamo peso a nostri comportamenti inconsapevolmente entrati nei nostri stili di vita.

Tutto quanto ci hanno proposto non è fine a se stesso, ma può diventare, anzi lo è un contributo a ad eliminare le differenze tra i popoli e quindi un mattone per la costruzione della pace universale con la prospettiva di un mondo unito.

Ma  non è solo questo l’impegno di questi ragazzi/e. Anche quest’anno dal 14 al 20 luglio ci sarà il CANTIERE 2019 che coinvolgerà in diverse attività tanti ragazzi dai 14 in su. (a breve sarà pubblicato io programma)

La conclusione dell’incontro non poteva essere che nel segno di quanto proposto: una sala interattiva chiamata casa della condivisione in cui fare piccoli quiz sul tema, leggere informative, dialogare, lasciare un messaggio….e naturalmente una merenda con acqua servita in bicchieri di vetro, frutta secca: tutto naturale!

Poesie scritte dalle Gen3:

LA PACE

FAMMI PENSARE

Vedi clip dei campi di lavoro dei ragazzi